Il Vocabolario Inglese Di Base Del Marketing Manager

Il vocabolario di base.

Ogni settore  ha il suo linguaggio specifico fatto di termini, modi di dire e acronimi spesso sconosciuti ai più. Noi getteremo luce su questa oscurità e ti proporremo i termini inglese di base che proprio non puoi sapere se lavori in una determinata “Division”. Oggi iniziamo con il mondo del marketing.

Benchmark.

Forse in assoluto il termine di cui più si abusa nel mondo del business, significa “standard, punto di riferimento, metro di paragone” ed anche in italiano ha ormai sostituito il mio generico standard. Comune è anche la forma verbale “benchmark against”.
– E.g. We have to apply benchmarks to our marketing initiatives to determine the effectiveness of the last campaign compared to the best practices in our industry.

Brand.

Termine che, come ci è stato segnalato dai nostri tutor, viene spesso confuso con “logo”. Per brand si intende il marchio di un’azienda, quella che volgarmente viene definita la marca. In marketing, viene spesso accompagnata da altri termini come awareness, image, reputation, positioning.
– E.g. We need to find a better way to map our brand strategy so that it has an impact on performances as well.

Consideration set.

Entriamo nel vivo del gergo. Per consideration set  si indica quell’insieme di prodotti o servizi che il consumatore (target di un’azienda) sarà più incline a scegliere.
– E.g. Marketing experts believe there are several points in which buyer purchasing decisions can be impacted during the consideration set stage.

Market segmentation.

Un concetto chiave nel mondo del marketing. Si tratta della divisione in piccoli gruppi della propria audience di riferimento in base a fattori come l’età, il genere, il livello di istruzione, la provenienza and so on.
– E.g. The first thing companies should do before launching a new product is carry out a marketing segmentation research.

Positioning.

In italiano “Posizionamento”, indica il processo che sta alla base delle scelte di marketing di un prodotto. E’ è il momento in cui si definisce che immagine del prodotto si vuole instaurare nella mente del consumatore.
– E.g. A good positioning strategy elevates the marketing efforts and helps a buyer move from knowledge of a product or service to its purchase.

Case study.

A chiunque abbia studiato economia, questo termine suonerà familiare. Si tratta di un’analisi approfondita di un caso reale o immaginario che viene fatto di solito per estrarne considerazioni generalmente valide e principi specifici.
– E.g. This is an interesting psychiatric case study of a child with extreme behavioural difficulties (taken from Cambridge Dictionary).

Market penetration.

Questa espressione gergale indica il successo di vendite di un prodotto rispetto al suo mercato di riferimento, quindi quanto effettivamente il prodotto sia riuscito a “penetrare” il mercato.
– E.g. The pharmaceutical products which have the greatest market penetration via the Internet are for the overweight.

Win-win strategy.

Entriamo un po’ nel mondo della negoziazione con questa espressione. Fa riferimento all’abilità di trovare soluzioni in cui entrambe le parti abbiamo un rendiconto. Di qui infatti l’espressione win-win.
– E.g. Before we talk to the Marketing Manager of the X company, we need to find a win-win strategy that will convince him to team up with us.

Price-sensitivity.

Importantissimo fattore nel mondo del marketing. Consiste nel conoscere quanto siano disposti a spendere i propri potenziali consumatori per comprare il proprio prodotto. In inglese si dice essere price-sensitive.
– E.g. When price-sensitive consumers spend, they want to feel like they are buying merchandise that is fairly priced, if not a significant bargain.

Unique Selling Proposition.

Più usato nella sua forma abbreviata, il USP è ciò che contraddistingue un prodotto e lo differenzia da un prodotto della concorrenza.
– E.g. A Unique Selling Proposition is an especially critical marketing tool for small businesses who are forced to compete with both other small businesses and larger retail chains.

Scopri i benefici della formazione linguistica aziendale